オペラ作曲家別索引

オペラ対訳完成

その他対訳完成

対訳一部完成

このサイトについて

アクセス数

  • 今日  -
  • 昨日  -
  • 累計  -

翻訳エンジン


bose_soundlink_color_ii



ATTO PRIMO

Ouverture
1 - (Allegro)
2 - Allegro
3 - Andante


SCENA I
Vaste campagne con capanne; bosco da ambedue i lati, e gran montagna in prospetto.
Meleagro, col nome di Tirsi

4 - Arioso
MELEAGRO
Care selve, ombre beate,
vengo in traccia dei mio cor!


SCENA II
Aminta e Meleagro

5 - Recitativo
AMINTA
Sempre ti lagni, oh, Tirsi?
Ah! s'egli è amore, in me riguarda,
e ti consola alquanto.
Ardo per bella Ninfa,
che un dì giurò d'amarmi,
poi per quanto giurasse,
osò ingannarmi.

MELEAGRO
Potessi dal tuo duol prender ristoro.
Amo anch'io chi mi fugge, e pur l'adoro.


SCENA III
Irene e detti

6 - Recitativo
IRENE
(Ecco Aminta!
agli inganni...)
Tirsi? Pastori?
a che qui intorno inermi?
Su, bel Tirsi, su,
impugna il dardo feritor;
sieguimi, oh caro!
ad Aminta
E tu, codardo, qui, con molle amore
resta pur colle Ninfe,
finge di voler partir con Tirsi
offrendo il core.

AMINTA
Ferma, crudel!
E tu, pastor, costei sappi,
ch'è la cagion de' mali miei.

IRENE
Andiam, Tirsi.

MELEAGRO
Nol devo.

IRENE
Dunque così scortese?

MELEAGRO
Egli t'adora.

IRENE
(La froda non riuscì;
tenterò ancora.)

7 - Aria
MELEAGRO
Lascia ch'io parta solo,
e tu rimanti, oh bella,
leggiadra pastorella,
con sì gentil pastor.
Né haver piacer cotanto
di rimirare in pianto
quel fido e nobil cor.
Lascia, etc.
parte


SCENA IV
Irene, Aminta

8 - Recitativo

IRENE
Ch'io rimanga con te?
Ah! Prima...

AMINTA
Taci! Non esser sì crudele
con chi t'adora.

IRENE
Sei mentitor...

AMINTA
E in che ti offesi?
Dimmi, non ti richiesi al padre?

IRENE
E ancor chiedesti meco
paschi ed armenti.
Eh! Non bastava la mia virtù,
la mia bellezza?

AMINTA
Ascolta...

IRENE
Se non sai meglio amar,
ora lo apprendi,
e in tanto col tuo duol, vanne!
M'intendi?

9 - Aria
AMINTA
S'è tuo piacer, ch'io mora,
vado a morir Irene,
vado a piacerti, sì.
Ricordati però,
che morto ancor sarò
fedel al tuo rigor,
che il cor m'incenerì.
S’è tuo piacer, etc.
parte


SCENA V
Nicandro, Irene

10 - Recitativo
NICANDRO
Perché sospesa, oh figlia,
ora che Aminta deve
stringerti in sposa?

IRENE
Eh! Caro padre, egli è ver;
ma vorrei...

NICANDRO
Parla!

IRENE
Non oso.

NICANDRO
Perché?

IRENE
Devo ubbidire al paterno comando.

NICANDRO
È ben; non ami Aminta?

IRENE
Non dico ciò... Deh!
Scusa il mio rossore.
Voglio ancora provar
s'ha fido il core.

11 - Aria
NICANDRO
Impara, ingrata,
ad esser meno crudele
a chi ti chiede amor.
Ei si mostrò sincero,
se protestò fedele,
e tu l'affliggi ancor!
Impara, etc.


SCENA VI
Irene sola

12 - Recitativo
IRENE
Ah! Che purtroppo adoro
il caro Aminta,
e della sua costanza
prova sol fò, col darli amare pene;
perché dopo il soffrir,
più grato è il bene.

13 - Aria
IRENE
Come alla tortorella langue
il caro suo appresso,
fia il tuo languir l'istesso,
mio bene intorno a me.
"Pianti, sospiri, addio",
lieto dirai cor mio,
ma ancor soffrir conviene,
che tempo di gioire non è.
Come la tortorella, etc.
parte


SCENA VII
Atalanta col nome di Amarilli, seguita da Meleagro e da altri pastori

14 - Arioso
ATALANTA
Al varco, oh pastori!
Vicina è la fera.

15 - Recitativo
ATALANTA
Oh Tirsi, e tu, che per fama sei pastor
generoso, e qua giungesti per far del
tuo valor ben degna prova,
(e mi accendesti il cor
con mille fiamme)
chiudi colà quel passo.
Io in altra parte attenderò la fera.

MELEAGRO
Ah! Bella Ninfa, voglio seguirti accanto
per custodir la tua preciosa vita.

ATALANTA
No, no: vanne in disparte.
(Quanto mi costa di martir, quest'arte!)


SCENA VIII
Irene, che insegue Aminta e detti

16 - Recitativo
IRENE
di dentro
Cerchi in vano la morte ...

AMINTA
A tuo dispetto la troverò.
Lasciami ...

IRENE
È un atto vile... Non disperar;
ascolta: e al fin vedrai ...

Si vede il cignale in lontananza, ed Aminta furioso va ad incontrarlo: ma vien trattenuto dai pastori.
Incomincia la caccia con Sinfonia.

17 - Sinfonia

18 - Recitativo
ATALANTA
Trattenetelo, oh fidi;
a me s'aspetta...
Va contro il cignale

MELEAGRO
Lancia un colpo al cignale ma non lo coglie
Sarà scudo il mio Petto.

ATALANTA
Ferisce il cignale, che viene poi ucciso dagli altri Pastori
Cedi al mio dardo.

MELEAGRO
Oh! Sorte! Abbi tenero il cor,
s'hai il braccio forte.

18 - Aria
ATALANTA
Riportai gloriosa palma,
e pur l'arma lieta in seno ancor non ho.
Già mi sfida un altra fera più severa,
né so ancor se vincerò.
Riportati gloriosa, etc.
parte accompagnata da tutti, eccetto da Meleagro


SCENA IX
Meleagro solo

19 - Recitativo
MELEAGRO
Ah! che tu sei la fera,
bellissima Atalanta,
che col tuo gran rigor
mi squarci il core;
e sin la mia costanza vacilla
fra il timor e la speranza.

20 - Aria
MELEAGRO
Non sarà poco,
se il mio gran foco
potessi rallentar con la speranza.
A far più cara almen, agli occhi del mio ben
la mia costanza.
Non sarà, etc.
ATTO PRIMO

Ouverture
1 - (Allegro)
2 - Allegro
3 - Andante


SCENA I
Vaste campagne con capanne; bosco da ambedue i lati, e gran montagna in prospetto.
Meleagro, col nome di Tirsi

4 - Arioso
MELEAGRO
Care selve, ombre beate,
vengo in traccia dei mio cor!


SCENA II
Aminta e Meleagro

5 - Recitativo
AMINTA
Sempre ti lagni, oh, Tirsi?
Ah! s'egli è amore, in me riguarda,
e ti consola alquanto.
Ardo per bella Ninfa,
che un dì giurò d'amarmi,
poi per quanto giurasse,
osò ingannarmi.

MELEAGRO
Potessi dal tuo duol prender ristoro.
Amo anch'io chi mi fugge, e pur l'adoro.


SCENA III
Irene e detti

6 - Recitativo
IRENE
(Ecco Aminta!
agli inganni...)
Tirsi? Pastori?
a che qui intorno inermi?
Su, bel Tirsi, su,
impugna il dardo feritor;
sieguimi, oh caro!
ad Aminta
E tu, codardo, qui, con molle amore
resta pur colle Ninfe,
finge di voler partir con Tirsi
offrendo il core.

AMINTA
Ferma, crudel!
E tu, pastor, costei sappi,
ch'è la cagion de' mali miei.

IRENE
Andiam, Tirsi.

MELEAGRO
Nol devo.

IRENE
Dunque così scortese?

MELEAGRO
Egli t'adora.

IRENE
(La froda non riuscì;
tenterò ancora.)

7 - Aria
MELEAGRO
Lascia ch'io parta solo,
e tu rimanti, oh bella,
leggiadra pastorella,
con sì gentil pastor.
Né haver piacer cotanto
di rimirare in pianto
quel fido e nobil cor.
Lascia, etc.
parte


SCENA IV
Irene, Aminta

8 - Recitativo

IRENE
Ch'io rimanga con te?
Ah! Prima...

AMINTA
Taci! Non esser sì crudele
con chi t'adora.

IRENE
Sei mentitor...

AMINTA
E in che ti offesi?
Dimmi, non ti richiesi al padre?

IRENE
E ancor chiedesti meco
paschi ed armenti.
Eh! Non bastava la mia virtù,
la mia bellezza?

AMINTA
Ascolta...

IRENE
Se non sai meglio amar,
ora lo apprendi,
e in tanto col tuo duol, vanne!
M'intendi?

9 - Aria
AMINTA
S'è tuo piacer, ch'io mora,
vado a morir Irene,
vado a piacerti, sì.
Ricordati però,
che morto ancor sarò
fedel al tuo rigor,
che il cor m'incenerì.
S’è tuo piacer, etc.
parte


SCENA V
Nicandro, Irene

10 - Recitativo
NICANDRO
Perché sospesa, oh figlia,
ora che Aminta deve
stringerti in sposa?

IRENE
Eh! Caro padre, egli è ver;
ma vorrei...

NICANDRO
Parla!

IRENE
Non oso.

NICANDRO
Perché?

IRENE
Devo ubbidire al paterno comando.

NICANDRO
È ben; non ami Aminta?

IRENE
Non dico ciò... Deh!
Scusa il mio rossore.
Voglio ancora provar
s'ha fido il core.

11 - Aria
NICANDRO
Impara, ingrata,
ad esser meno crudele
a chi ti chiede amor.
Ei si mostrò sincero,
se protestò fedele,
e tu l'affliggi ancor!
Impara, etc.


SCENA VI
Irene sola

12 - Recitativo
IRENE
Ah! Che purtroppo adoro
il caro Aminta,
e della sua costanza
prova sol fò, col darli amare pene;
perché dopo il soffrir,
più grato è il bene.

13 - Aria
IRENE
Come alla tortorella langue
il caro suo appresso,
fia il tuo languir l'istesso,
mio bene intorno a me.
"Pianti, sospiri, addio",
lieto dirai cor mio,
ma ancor soffrir conviene,
che tempo di gioire non è.
Come la tortorella, etc.
parte


SCENA VII
Atalanta col nome di Amarilli, seguita da Meleagro e da altri pastori

14 - Arioso
ATALANTA
Al varco, oh pastori!
Vicina è la fera.

15 - Recitativo
ATALANTA
Oh Tirsi, e tu, che per fama sei pastor
generoso, e qua giungesti per far del
tuo valor ben degna prova,
(e mi accendesti il cor
con mille fiamme)
chiudi colà quel passo.
Io in altra parte attenderò la fera.

MELEAGRO
Ah! Bella Ninfa, voglio seguirti accanto
per custodir la tua preciosa vita.

ATALANTA
No, no: vanne in disparte.
(Quanto mi costa di martir, quest'arte!)


SCENA VIII
Irene, che insegue Aminta e detti

16 - Recitativo
IRENE
di dentro
Cerchi in vano la morte ...

AMINTA
A tuo dispetto la troverò.
Lasciami ...

IRENE
È un atto vile... Non disperar;
ascolta: e al fin vedrai ...

Si vede il cignale in lontananza, ed Aminta furioso va ad incontrarlo: ma vien trattenuto dai pastori.
Incomincia la caccia con Sinfonia.

17 - Sinfonia

18 - Recitativo
ATALANTA
Trattenetelo, oh fidi;
a me s'aspetta...
Va contro il cignale

MELEAGRO
Lancia un colpo al cignale ma non lo coglie
Sarà scudo il mio Petto.

ATALANTA
Ferisce il cignale, che viene poi ucciso dagli altri Pastori
Cedi al mio dardo.

MELEAGRO
Oh! Sorte! Abbi tenero il cor,
s'hai il braccio forte.

18 - Aria
ATALANTA
Riportai gloriosa palma,
e pur l'arma lieta in seno ancor non ho.
Già mi sfida un altra fera più severa,
né so ancor se vincerò.
Riportati gloriosa, etc.
parte accompagnata da tutti, eccetto da Meleagro


SCENA IX
Meleagro solo

19 - Recitativo
MELEAGRO
Ah! che tu sei la fera,
bellissima Atalanta,
che col tuo gran rigor
mi squarci il core;
e sin la mia costanza vacilla
fra il timor e la speranza.

20 - Aria
MELEAGRO
Non sarà poco,
se il mio gran foco
potessi rallentar con la speranza.
A far più cara almen, agli occhi del mio ben
la mia costanza.
Non sarà, etc.



|新しいページ|検索|ページ一覧|RSS|@ウィキご利用ガイド | 管理者にお問合せ
|ログイン|