オペラ作曲家別索引

オペラ対訳完成

その他対訳完成

対訳一部完成

このサイトについて

アクセス数

  • 今日  -
  • 昨日  -
  • 累計  -

翻訳エンジン


bose_soundlink_color_ii



SCENA NONA
Teresa e detti.

TERESA
Piano, amici; non gridate;
Dorme alfin la stanca Amina:
Ne ha bisogno, poverina,
Dopo tanto lagrimar.

LISA, ELVINO e CORO
Sì, tacciamo, ah! sì, tacciam,
Tacciamo...

TERESA
Lisa! Elvino!... che vegg'io?
Dove andate in questa guisa?

LISA
A sposarci.

TERESA
Voi! gran Dio!
E la sposa... è Lisa?...

ELVINO
È Lisa.

LISA
Sì, e lo merto: io non fui colta
Sola mai, di notte in volta;
Né trovata io fui rinchiusa
Nella stanza di un signor.

TERESA
Menzognera! a questa accusa
Più non freno il mio furor.
Questo vel fu rinvenuto
Nella stanza del signore.

ELVINO e CORO
Di chi è mai?... chi l'ha perduto?

TERESA
accennando Lisa
Ve lo dica il suo rossore.
Elvino lascia la mano di Lisa mortificato.

ELVINO e CORO
Lisa!

TERESA
Lisa. Il signor Conte
Mi smentisca se lo può.

LISA
(Io non oso alzar la fronte!)

RODOLFO, ALESSIO e CORO
(Che pensar, che dir non so/sa.)

ELVINO
da sé
Lisa mendace anch'essa!
Rea dell'istesso errore!
Spento è nel mondo amore,
Più fe', più onor non v'ha.

TERESA
da sé
In quella fronte impressa
Chiara è la colpa e certa.
Soffra: pietà non merta
Chi altrui negò pietà.

LISA
da sé
Cielo! a tal colpo oppressa,
Voce non trovo e tremo.
Quanto al mio scorno estremo
La mia rival godrà!

RODOLFO
da sé
In quella fronte ecc.

ALESSIO e CORO
Ah che pensar non so...

ELVINO
Signor?... che creder deggio?
Ella pur mi tradì!

RODOLFO
Quel ch'io ne pensi
Manifestar non vo'. Sol ti ripeto,
Sol ti sostengo, che innocente è Amina,
Che la stessa virtù offendi in essa.

ELVINO
Chi fia che il provi?

RODOLFO
Chi? Mira: ella stessa.


SCENA ULTIMA
Amina sorte dalla finestra del mulino: è sonnambula. - Rodolfo nel voltarsi scorge Amina che sorte dalla finestra. - Tutti sbigottiti con grido soffocato:

LISA, TERESA, ELVINO, ALESSIO e CORO
Ah!

RODOLFO
Silenzio: un sol passo,
Un sol grido l'uccide.

TERESA
Oh figlia!

ELVINO
Oh Amina!
Tutti con voce repressa finché non si svegli Amina.

CORO
Scende...

LISA, TERESA, ELVINO, RODOLFO, ALESSIO e CORO
Bontà divina,
Guida l'errante pie'!
Amina giunge presso alla ruota camminando sopra una trave mezzo fracida che piega sotto di lei.
Trema... vacilla...
Si spezza la trave sotto il piede di Amina.
Ahimè!...
Grido soffocato di terrore. - Amina si rimette.

RODOLFO
Coraggio... è salva!

LISA, TERESA, ELVINO, ALESSIO e CORO
È salva!...
Amina si avanza in mezzo al palco. - Silenzio universale.

AMINA
Oh!... se una volta sola
Rivederlo io potessi, anzi che all'ara
Altra sposa ei guidasse!...

RODOLFO
ad Elvino
Odi?

TERESA
A te pensa,
Parla di te.

AMINA
Vana speranza!... Io sento
Suonar la sacra squilla... Al tempio ei move...
Ah! l'ho perduto... e pur... rea non son io.

ELVINO, RODOLFO, ALESSIO e CORO
Tenero cor!

AMINA
inginocchiandosi
Gran Dio,
Non mirar il mio pianto: io gliel perdono.
Quanto infelice io sono
Felice ei sia... Questa d'un cor che more
È l'ultima preghiera...
Ah sì... Questa ecc.

CORO
Oh detti! oh amore!

AMINA
si guarda la mano come cercando l'anello di Elvino
L'anello mio... l'anello...
Ei me l'ha tolto... Ma non può rapirmi
L'immagin sua... Sculta... ella è qui, qui... nel petto.
Si toglie dal seno i fiori ricevuti da Elvino.
Né te d'eterno affetto
Tenero pegno, o fior... né te perdei...
Ancor ti bacio... ma... inaridito sei.

Ah! non credea mirarti
Sì presto estinto, o fiore;
Passasti al par d'amore,
Che un giorno sol durò.
Piange sui fiori.

ELVINO
Io più non reggo.

AMINA
Passasti al par d'amore...

ELVINO
Più non reggo a tanto duolo.

AMINA
Che un giorno sol durò.
Potria novel vigore
Il pianto mio recarti...
Ma ravvivar l'amore
Il pianto mio non può.
Ah non credea, ecc.

ELVINO
No, più non reggo.

AMINA
E s'egli
A me tornasse!... Oh! torna, Elvino.

RODOLFO
ad Elvino
Seconda
Il suo pensier.

AMINA
A me t'appressi? Oh gioia!
L'anello mio mi rechi?

RODOLFO
ad Elvino
A lei lo rendi.
Elvino rimette l'anello ad Amina.

AMINA
Ancor son tua: tu sempre mio... M'abbraccia,
Rodolfo fa avvicinare Teresa ad Amina.
Tenera madre... io son felice appieno!
Elvino è prostrato ai piedi di Amina, e Teresa l'abbraccia.

RODOLFO
De' suoi diletti in seno
Ella si dèsti.

CORO
Viva Amina!
Viva ancor!

AMINA
svegliandosi
Oh! ciel! ...
Ove son io?... che veggo?...
Si copre gli occhi.
Ah! per pietà,
Non mi svegliate voi!

ELVINO
con gran passione incalzante
No: tu non dormi...
Il tuo sposo, il tuo amante è a te vicino.

AMINA
con pianto di contento
Oh! gioia!... oh! gioia!... io ti ritrovo, Elvino!

TERESA, ELVINO, RODOLFO, ALESSIO e CORO
Vanne al tempio,
Innocente e a noi più cara,
Bella più del tuo soffrire,
Vieni al tempio e a pie' dell'ara
Incominci il tuo gioir.

AMINA
Ah! non giunge uman pensiero
Al contento ond'io son piena:
A' miei sensi io credo appena;
Tu m'affida, o mio tesor.
Ah mi abbraccia, e sempre insieme
Sempre uniti in una speme,
Della terra in cui viviamo
Ci formiamo un ciel d'amor.

TUTTI
Innocente, e a noi più cara ecc.
SCENA NONA
Teresa e detti.

TERESA
Piano, amici; non gridate;
Dorme alfin la stanca Amina:
Ne ha bisogno, poverina,
Dopo tanto lagrimar.

LISA, ELVINO e CORO
Sì, tacciamo, ah! sì, tacciam,
Tacciamo...

TERESA
Lisa! Elvino!... che vegg'io?
Dove andate in questa guisa?

LISA
A sposarci.

TERESA
Voi! gran Dio!
E la sposa... è Lisa?...

ELVINO
È Lisa.

LISA
Sì, e lo merto: io non fui colta
Sola mai, di notte in volta;
Né trovata io fui rinchiusa
Nella stanza di un signor.

TERESA
Menzognera! a questa accusa
Più non freno il mio furor.
Questo vel fu rinvenuto
Nella stanza del signore.

ELVINO e CORO
Di chi è mai?... chi l'ha perduto?

TERESA
accennando Lisa
Ve lo dica il suo rossore.
Elvino lascia la mano di Lisa mortificato.

ELVINO e CORO
Lisa!

TERESA
Lisa. Il signor Conte
Mi smentisca se lo può.

LISA
(Io non oso alzar la fronte!)

RODOLFO, ALESSIO e CORO
(Che pensar, che dir non so/sa.)

ELVINO
da sé
Lisa mendace anch'essa!
Rea dell'istesso errore!
Spento è nel mondo amore,
Più fe', più onor non v'ha.

TERESA
da sé
In quella fronte impressa
Chiara è la colpa e certa.
Soffra: pietà non merta
Chi altrui negò pietà.

LISA
da sé
Cielo! a tal colpo oppressa,
Voce non trovo e tremo.
Quanto al mio scorno estremo
La mia rival godrà!

RODOLFO
da sé
In quella fronte ecc.

ALESSIO e CORO
Ah che pensar non so...

ELVINO
Signor?... che creder deggio?
Ella pur mi tradì!

RODOLFO
Quel ch'io ne pensi
Manifestar non vo'. Sol ti ripeto,
Sol ti sostengo, che innocente è Amina,
Che la stessa virtù offendi in essa.

ELVINO
Chi fia che il provi?

RODOLFO
Chi? Mira: ella stessa.


SCENA ULTIMA
Amina sorte dalla finestra del mulino: è sonnambula. - Rodolfo nel voltarsi scorge Amina che sorte dalla finestra. - Tutti sbigottiti con grido soffocato:

LISA, TERESA, ELVINO, ALESSIO e CORO
Ah!

RODOLFO
Silenzio: un sol passo,
Un sol grido l'uccide.

TERESA
Oh figlia!

ELVINO
Oh Amina!
Tutti con voce repressa finché non si svegli Amina.

CORO
Scende...

LISA, TERESA, ELVINO, RODOLFO, ALESSIO e CORO
Bontà divina,
Guida l'errante pie'!
Amina giunge presso alla ruota camminando sopra una trave mezzo fracida che piega sotto di lei.
Trema... vacilla...
Si spezza la trave sotto il piede di Amina.
Ahimè!...
Grido soffocato di terrore. - Amina si rimette.

RODOLFO
Coraggio... è salva!

LISA, TERESA, ELVINO, ALESSIO e CORO
È salva!...
Amina si avanza in mezzo al palco. - Silenzio universale.

AMINA
Oh!... se una volta sola
Rivederlo io potessi, anzi che all'ara
Altra sposa ei guidasse!...

RODOLFO
ad Elvino
Odi?

TERESA
A te pensa,
Parla di te.

AMINA
Vana speranza!... Io sento
Suonar la sacra squilla... Al tempio ei move...
Ah! l'ho perduto... e pur... rea non son io.

ELVINO, RODOLFO, ALESSIO e CORO
Tenero cor!

AMINA
inginocchiandosi
Gran Dio,
Non mirar il mio pianto: io gliel perdono.
Quanto infelice io sono
Felice ei sia... Questa d'un cor che more
È l'ultima preghiera...
Ah sì... Questa ecc.

CORO
Oh detti! oh amore!

AMINA
si guarda la mano come cercando l'anello di Elvino
L'anello mio... l'anello...
Ei me l'ha tolto... Ma non può rapirmi
L'immagin sua... Sculta... ella è qui, qui... nel petto.
Si toglie dal seno i fiori ricevuti da Elvino.
Né te d'eterno affetto
Tenero pegno, o fior... né te perdei...
Ancor ti bacio... ma... inaridito sei.

Ah! non credea mirarti
Sì presto estinto, o fiore;
Passasti al par d'amore,
Che un giorno sol durò.
Piange sui fiori.

ELVINO
Io più non reggo.

AMINA
Passasti al par d'amore...

ELVINO
Più non reggo a tanto duolo.

AMINA
Che un giorno sol durò.
Potria novel vigore
Il pianto mio recarti...
Ma ravvivar l'amore
Il pianto mio non può.
Ah non credea, ecc.

ELVINO
No, più non reggo.

AMINA
E s'egli
A me tornasse!... Oh! torna, Elvino.

RODOLFO
ad Elvino
Seconda
Il suo pensier.

AMINA
A me t'appressi? Oh gioia!
L'anello mio mi rechi?

RODOLFO
ad Elvino
A lei lo rendi.
Elvino rimette l'anello ad Amina.

AMINA
Ancor son tua: tu sempre mio... M'abbraccia,
Rodolfo fa avvicinare Teresa ad Amina.
Tenera madre... io son felice appieno!
Elvino è prostrato ai piedi di Amina, e Teresa l'abbraccia.

RODOLFO
De' suoi diletti in seno
Ella si dèsti.

CORO
Viva Amina!
Viva ancor!

AMINA
svegliandosi
Oh! ciel! ...
Ove son io?... che veggo?...
Si copre gli occhi.
Ah! per pietà,
Non mi svegliate voi!

ELVINO
con gran passione incalzante
No: tu non dormi...
Il tuo sposo, il tuo amante è a te vicino.

AMINA
con pianto di contento
Oh! gioia!... oh! gioia!... io ti ritrovo, Elvino!

TERESA, ELVINO, RODOLFO, ALESSIO e CORO
Vanne al tempio,
Innocente e a noi più cara,
Bella più del tuo soffrire,
Vieni al tempio e a pie' dell'ara
Incominci il tuo gioir.

AMINA
Ah! non giunge uman pensiero
Al contento ond'io son piena:
A' miei sensi io credo appena;
Tu m'affida, o mio tesor.
Ah mi abbraccia, e sempre insieme
Sempre uniti in una speme,
Della terra in cui viviamo
Ci formiamo un ciel d'amor.

TUTTI
Innocente, e a noi più cara ecc.



|新しいページ|検索|ページ一覧|RSS|@ウィキご利用ガイド | 管理者にお問合せ
|ログイン|